Navigation Menu
Giussano, 11 Ottobre 2018

Giussano, 11 Ottobre 2018

By in Articoli, Redazionale | 1 comment

di Irene Brigolin – Irene Bi

Mi presento, sono Irene Brigolin fondatrice e creatrice della IRENE BI di IRENE BRIGOLIN.

La mia piccola esperienza con CITA inizia a febbraio 2018 quando, dopo averla seguita sui social per circa 1 anno, decido di iscrivermi alla Consociazione.

Mi reputo una persona “timida” e la mia “paura del nuovo” era tanta… l’imbarazzo di trovarmi tra persone competenti e molto sapienti mi frenava e bloccava.ma…la tentazione di cercare nuove opportunità di confronto, nuovi stimoli erano più forti, perciò .. mi son buttata e ho fatto la mia iscrizione.

Ad aprile durante la manifestazione FUORISALONE di Milano ho avuto la fortuna di conoscere il Maestro Pietro Virzi, Ernesto Contessa e Stefano Robboni, in quel momento il primo passo era stato fatto ..il ghiaccio era rotto e il loro entusiasmo, il loro modo di accogliermi nella Consociazione e farmi sentire immediatamente una di loro, trasforma la mia “paura – imbarazzo” in Sentirmi a Mio Agio e con voglia di fare”.

In quel momento mi son trovata tra persone “Umili” con tantissima voglia di “fare”, persone INNAMORATE del loro mestiere… IL TAPPEZZIERE”.

A giugno, il gruppo ha la possibilità di esser presente con la Consociazione CITA ad HOMI MILANO,  viene chiesto di presentare un progetto/idea del prodotto da esporre,  per poter realizzare uno stand omogeneo nei colori e nell’obiettivo da raggiungere.

Presento una semplice bozza, molto discutibile, ma sufficiente a rendere l’idea del mio progetto.

A luglio…arriva una telefonata inaspettata, dove mi viene comunicato che il mio letto ADELO era piaciuto,e… in quel momento l’emozione era tanta, e il tempo di realizzazione molto poco…ma la sfida per me era iniziata ..mi sentivo parte del “gruppo”.

In quel preciso momento ho avuto la conferma delle mie sensazioni di Aprile,  il gruppo “CITA” non era solo una Consociazione di Tappezzieri ma un vero gruppo di persone che hanno tanta voglia di CREARE – REALIZZARE progetti INSIEME, un gruppo che si è reso disponibile ad aiutarmi durante l’allestimento e lo smontaggio dello stand ad HOMI, un gruppo che ha questo bellissimo pensiero “LE COSE SUCCEDONO QUANDO LE PERSONE SI INCONTRANO” un gruppo UNITO per poter portare a buon fine le sfide future…

Penso che il  MESTIERE di TAPPEZZIERE non possa esser sostituito da nessuna macchina, essendo un mestiere di “Abilità Umana” e di creatività.

Io, nella mia piccola esperienza posso confermare che “il gruppo ci renda più forti” per andar avanti, da soli si fa molta più fatica perché sorgono mille dubbi e incertezze.

HOMI MILANO 2018 per me è stato:

  • Conoscere un gruppo di persone competenti nel loro lavoro
  • Confrontarsi e relazionarsi con persone di diverso pensiero
  • Confrontarsi sulle diverse realtà e tipologie di vendita
  • Capire come affrontare i problemi di acquisto e vendita
  • Confrontarsi sull’utilizzo dei social

Ma…la cosa più interessante e importante è aver capito che:  “UNIONE = FORZA” perché noi siamo Micro Aziende, quindi piccolissime realtà, ma con tutti e anche molti di più, problemi delle grandi aziende e molto più evidenti.

Penso che il nostro obiettivo, quindi obiettivo di CITA, sia portare nella TAPPEZZERIA MANIFATTURIERA idee – creatività – per non svalutare i nostri prodotti e noi dobbiamo mai sottovalutare noi stessi.

TAPPEZZIERE = CREATORE = REALIZZATORE = OPERA D’ARTE

Possiamo quindi definirci: REALIZZATORI DI OPERE D’ARTE TESSILE.

Ora, ringrazio tutte le persone che hanno fatto parte dell’evento HOMI MILANO, perché mi hanno fatto vivere immense emozioni…

Grazie di cuore!

Irene Brigolin

    1 Commento

  1. Grazei Irene le tue parole vengono dal cuore, ed è propio lo spirito che grazie a Te e tutte le persone che compongono il gruppo sta crescendo in Cita, spesso difficile da descrivere e da far capire ma questa è la realtà e sono convinto che con questo spirito non possono che nascere cose belle .Grazie Avanti tutta !!!

Scrivi un tuo commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Enter Captcha Here : *

Reload Image

Share This